Qualcosa su di me

Ora, non so da dove cominciare. Le passionacce, innanzitutto.

Leggere: da sempre, con una predilezione assoluta per i classici. La data oltre la quale mi fermo quasi sempre quando acquisto un libro è il 1933. Dopo quella data, con l’avvento di Hitler al potere, tutto è cambiato, anche il modo di fare letteratura. Ciò che è venuto dopo mi interessa molto meno. Ho una mania compulsiva per avere libri, per catalogarli e tenerli in ordine sugli scaffali. Ne compro molti più di quanti riesca a leggerne. Prima o poi mi dovrò fermare: mi dicano quando morirò così mi regolo.

Viaggiare: sono un seguace assoluto della dottrina di Kerouac: L’importante non è dove si vada, l’importante è andare. Da giovane l’Europa in autostop, ora preferibilmente in automobile, sino a pochi anni fa in tenda. L’importante è che si senta il viaggio, il lento mutare dei paesaggi, dell’ambiente e delle culture. Ovviamente l’aereo solo per lavoro.

Fotografia: per me l’immagine fotografica è bianco e nero. Dagli anni ’80, a fasi alterne, sviluppo e stampo in camera oscura, con pellicole, acidi e carta fotografica. Non mi rassegno al digitale, che è altra cosa. Ho capito presto che non sarei mai diventato Cartier-Bresson, rifugiandomi nella mia gratificante mediocrità.

Di lavoro faccio il direttore di parchi naturali: ne ho diretto quattro, spostandomi su e giù per l’Italia. Attualmente sono in Trentino.

Politicamente di sinistra: mi considero comunista.

Ecco.

Alcune immagini della nostra piccola comunità multispecifica:

Silvia a Pescasseroli, inverno 2010-2011
Silvia a Pescasseroli, inverno 2010-2011
Naomi
Naomi
La mia famiglia paterna nel 1941
La mia famiglia paterna nel 1941
Pina
Pina
Annunci

9 pensieri riguardo “Qualcosa su di me

  1. Piacere di conoscerLa, fede e/o non fede (comunista) avere idee e aspirazioni non mi sembra cosa negativa, l’esatto contrario! Amo i libri, i colori, gli ideali di natura derivante dall’Umanesimo, comunista (non pentito) da giovane ora più o meno simpatizzante dei radical_liberal di stampo anglosassone, insomma avverto il Suo universo quanto meno contiguo al mio, con simpatia
    r.m.

    "Mi piace"

  2. Mi sono imbattuta per caso nella tua recensione su Trifonov!!Mi hanno fortemente coinvolta il tuo sguardo attento e deciso e la tua scrittura lucida e appassionata!!Sono catto-comunista,ecco!!!!

    "Mi piace"

    1. Salve Angela e grazie per l’apprezzamento.
      Che dire? Io mi considero comunista perché esserlo davvero è una cosa seria, che richiede impegno, coerenza e conoscenza. Sembra che oggi il comunismo non vada più molto di moda, ma a mio avviso mai come oggi si rivela attuale e necessario.
      Buona Pasqua
      V.

      "Mi piace"

Rispondi a Gioia Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...